Tipologie di pile monouso: quali scegliere? Guida ai prodotti e valutazioni

Cari amici vi do un caloroso benvenuto in questa interessantissima guida relativa alle pile monouso. Si tratta di pile con cui abbiamo a che fare ogni giorno e per i motivi più svariati. Ma in realtà che cosa sono le pile. Altro non sono che delle batterie che alimentano i nostri oggetti elettronici e non solo. Ci sono tante cose che usiamo con l’ausilio delle pile senza neanche accorgercene. Mi riferisco per esempio all’orologio, sia di casa che da polso, al telecomando della televisione. Eppure vediamo che ne telecomando si consumano, le pile monouso, molto lentamente.

Questo perché ogni giorno richiede uno sforzo di batteria diverso. Ricordo per esempio che quando ero bambino e giocavo con il game boy, potevo comprare qualsiasi tipo di pile monouso, ma i risultati non miglioravano di molto. Il tempo era molto limitato mentre nel telecomando del condizionatore o della televisione o anche della radio, il tutto si consumava molto più lentamente. Questo perché ripeto, ci sono oggetti e strumenti che hanno bisogno di un dosaggio diverso di batteria che quindi ci manda in confusione se non conosciamo le varie caratteristiche.

Le pile monouso

Comunque il mondo delle pile è davvero affascinante perché ci sono tanti tipi di pile monouso. Soprattutto dobbiamo pensare che si cerca sempre di migliorarne la qualità e non solo. Anche la sicurezza è un tema importante in questo ambito. Tra l’altro cercheremo di concludere la guida proprio con lo smaltimento che è un qualcosa di veramente molto importante e delicato che ognuno di noi dovrebbe rispettare per amore del nostro ambiente e per amore dei nostri figli che vivranno questo pianeta dopo di noi. Però ora basta perderci in chiacchiere ed andiamo ad analizzare i tipi di pile monouso che possiamo trovare sul mercato.

Ci sono innanzitutto le care e vecchie pile monouso a Zinco carbone. Queste sono le più economiche che possiate trovare sul mercato. In fondo sono anche le più antiche. Rappresentano il primo passo in avanti di questo fantastico sistema di pile monouso. Ad oggi è ancora possibile trovarle sul mercato, ma probabilmente nel giro di qualche anno spariranno dalla circolazione. Il grande svantaggio è quello dell’ossidazione e quello della batteria. Per quanto riguarda il primo aspetto si ossidano molto velocemente. Mentre per quanto concerne la batteria, questa si scarica anche a  riposo.

Altri tipi

In ordine temporale troviamo poi le pile ad Alcaline. Queste durano molto più delle predecessori in Zinco carbone e soprattutto hanno il grande vantaggi, rispetto alle sue predecessori che non si scaricano a riposo. Quindi si scaricano solo per il tempo che effettivamente le utilizzate. Questo ha permesso a molte persone di risparmiare tanto in questo tipo di pile monouso.

Ci sono poi le pile monouso a Zinco aria. Queste sono decisamente più stabili ed economiche. La loro batteria è di  alta durata e alta densità di energia. Insomma sono tra le migliori che possiate trovare sul mercato.

Ed ancora poi le pile monouso all’Argento. Di questo tipo di pile ne usiamo davvero tante anche se non ce ne rendiamo conto. Sono quelle che praticamente troviamo all’interno degli orologi da polso. Quelle piccole, schiacciate e con forma tonda. Queste sono più care per la loro produzione con il materiale dell’argento. Sono per ottime per strumenti di piccole dimensioni che altrimenti non potrebbero avere la giusta carica. Ovviamente non possiamo mettere una pila stilo in un orologio da polso non vi pare?

Pile in mercurio. Queste funzionano semplicemente per gli apparecchi militari e diciamo che non è il caso di andare oltre

Le pile al litio e lo smaltimento in sicurezza

Infine ci sono le pile al litio. Sono praticamente quelle che conosciamo tutti e che usiamo per inostri telecomandi. Le caratteristiche principali sono i costi non elevati, la bassa capacità e l’infiammabilità data dalla presenza di un solvente organico piuttosto che di uno acquoso. In assoluto sono le pile che più vengono utilizzate nelle case. Rappresentano anche un bivio importante perché da qui nascono anche le batterie a pile ricaricabili. Un’innovazione vera e propria che è diventata sempre più usata ed è molto importante.

Insomma cari amici come avrete potuto ben capire, l’excursus storico delle pile è stato davvero affascinante e oggi ci ritroviamo a dover scegliere tra una gran moltitudine ed una grande varietà di pile monouso diverse. Però avevo detto prima, vi avevo anticipato di terminare il tutto con il tema dello smaltimento. Le pile infatti possono provocare non pochi danni all’ambiente e non vanno gettate nella spazzatura di casa. Molti commettono l’errore di buttarle nel cassonetto dell’indifferenziato. Non è così. Le pile vanno portate nelle isole ecologiche. Oppure ci sono tanti negozi, soprattutto quelli di elettronica, che al loro esterno pongono degli spazi appositi per gettare le pile. In questo modo si occuperanno loro che sono dei professionisti, dello smaltimento.
Le più usate
Litio
Argento
Zinco-carbone
Zinco-aria

 

“La tecnologia non è la conoscenza profonda della natura ma la relazione fra la natura e l’uomo.” (Walter Benjamin)

Back to top
menu
Accessori alimentazione elettrica