Cosa valutare per scegliere una prolunga: consigli utili e modelli

Valutazione prolunga e come decidere se acquistare o meno un prodotto. Tratteremo di questo argomento nello specifico in questa breve ma interessante guida all’acquisto di una prolungo a seguito di una attenta e precisa valutazione. Molto importante però fugare ogni dubbio sul prodotto. Se a qualcuno di voi infatti non fosse chiaro di cosa stiamo parlando ecco qui tutte le risposte che vi servono. La prolunga altro non è che un tubo che minimizza la distanza della presa di corrente con l’oggetto elettronico o elettrico che intendete utilizzare. Potete usarlo per i motivi più svariati. Se per esempio il televisore è troppo lontano dalla presa di corrente più vicina e volete usare il vostro Playstation collegare il lettore dvd allora potete acquistare una prolunga, sicuramente in questo caso non dovrà essere molto lunga, basta qualche metro a seconda della distanza che manca dalla presa di corrente.

Una volta acquistato il prodotto quindi potete comodamente collegare la vostra prolunga alla presa di corrente e collegare quindi il cavo del Playstation o del lettore dvd, ma anche di qualsiasi altra cosa voi desideriate, alla prolunga. Fatto questo procedimento il tutto funzionerà alla perfezione. Ma le prolunghe in effetti non servono solo a questo. Ci sono tipi di prolunghe che si definiscono ciabatte, o scarpette, che possono ospitare anche più prese. In questo modo quindi da una singola presa di corrente potete usare la prolunga non solo per minimizzare la distanza ma anche per avere a disposizione una multipresa. Tra le più usate ci sono sicuramente quelle a 4 o a  8 prese di corrente che possono essere ospitate da una prolunga. Detto questo però andiamo a vedere un po’ come effettuare una valutazione per acquistare la migliore prolunga che faccia al caso nostro.

Valutazione della singola prolunga

Prima di tutto quindi dobbiamo valutare il cavo e la distanza di esso. Questo è l’aspetto fondamentale che dobbiamo sempre tenere bene a mente. Per farlo è necessario capire perché intendiamo utilizzare questo oggetto, questo prodotto. Quindi possiamo scindere due grandi categoria. La prima è quella che abbiamo già visto prima e cioè quella domestica, ci può dunque servire per avvantaggiarci nell’uso quotidiano dei nostri oggetti senza cambiare continuamente presa di corrente e facendo appunto arrivare la corrente in ogni dove sia necessario. La seconda grande categoria è invece un uso diverso della prolunga e va fatta quindi una differente valutazione. Mi riferisco al fatto che possiate usare questa prolunga anche in ambito lavorativo.

In particolar modo infatti ci sono dei lavori manuali che senza prolunga diventerebbero molto più scomodi. Mi riferisco per esempio al fabbro, all’idraulico, all’elettricista e tutte queste categorie di lavoratori che adoperano strumenti a corrente per lavorare. In questi casi le prese di corrente potrebbero risultare un vero e proprio problema. Ponete il caso infatti che si stia ristrutturando una casa. In tal caso le prese di corrente non sono sempre facilmente raggiungibili, per questo motivo la prolunga è la scelta migliore che possiate fare. Ovviamente la grande differenza con la prima categoria e cioè della prolunga ad uso domestico, è ancora una volta la lunghezza del cavo. Quella a scopo lavorativo infatti è bene averla più lunga possibile per sopperire ad ogni situazione ed a ogni emergenza. Potete infatti pensare di acquistare delle prolunghe di 10 metri o più.

La prolunga da campeggio e l’importanza di comprare lo strumento giusto

Stesso discorso può essere considerato importante anche per una opportuna valutazione della prolunga da campeggio. In quel caso infatti sono fondamentali avere delle prolunghe per potere avere a disposizione la corrente. Potete infatti collegare una lampada, il fornellino e tante altre cose nonostante stiate nella vostra tenda o nei pressi della vostro roulotte. Insomma come potete capire ci sono tanti tipi di lunghezza, dovete cercare solo quello che fa più comodo a voi. Ovviamente vi starete chiedendo perché non comprare allora direttamente quelle più lunghe? Giusto, domanda più che lecita ma che ha una risposta ben precisa.

Il primo motivo per cui bisogna comprare quelle delle giuste misure dopo una attenta valutazione della prolunga è che ogni prolunga ha un suo costo e più sono lunghe più possono costare quindi inutile sperperare denaro se ci serve una prolunga di due metri comprandone una di 18 metri non trovate? Secondo motivo è che potrebbe risultare scomodo usare in casa una prolunga di 18 metri anziché una di 3. Il cavo praticamente vi occuperebbe mezza casa e sarebbe non un bel vedere. Altro motivo di valutazione per le prolunghe è anche il numero delle prese che può ospitare di cui abbiamo già parlato prima. Se invece avete delle difficoltà con un sistema diverso di presa di corrente potete sempre ricordarvi che esistono degli adattatori di tutti i tipi che vi risolveranno ogni problema di questo genere. Detto questo non mi resta che salutarvi. Buon acquisto a tutti voi.

“La tecnologia non è la conoscenza profonda della natura ma la relazione fra la natura e l’uomo.” (Walter Benjamin)

Back to top
menu
Accessori alimentazione elettrica